News

CREDITO D’IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO
Data pubblicazione : 07/12/2016
Foto sommario

Le imprese che effettuano investimenti in ricerca e sviluppo avranno la possibilità - per gli anni 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019 - di ottenere un’agevolazione fiscale, sotto forma di credito d’imposta.

SOGGETTI BENEFICIARI

Tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano nonché dal regime contabile adottato, che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo

 

ATTIVITÀ AMMISSIBILI

Sono ammissibili le attività di ricerca e sviluppo, quali (elenco non esaustivo)

a) ricerca pianificata finalizzata alla messa a punto nuovi prodotti, processi o servizi

b) ricerca pianificata finalizzata al miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti

c) acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati;

d) elaborazione di progetti, disegni, piani e altra documentazione, inclusi gli studi di fattibilità, purché non siano destinati a uso commerciale;

e) realizzazione di prototipi utilizzabili per scopi commerciali e di progetti pilota destinati a esperimenti tecnologici o

commerciali, quando il prototipo è necessariamente il prodotto commerciale finale e il suo costo di fabbricazione è troppo elevato per poterlo usare soltanto a fini di dimostrazione e di convalida;

f) produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi.

 

SPESE AMMISSIBILI

a) costi relativi al personale altamente qualificato che sia:

- dipendente dell’impresa, impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo con esclusione del personale con mansioni amministrative, contabili e commerciali, ovvero

- in rapporto di collaborazione con l’impresa, compresi gli esercenti arti e professioni, impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo a condizione che svolga la propria attività presso le strutture della medesima impresa;

b) quote di ammortamento (nei limiti di legge) delle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio (acquisti effettuati nel 2016 ed in anni precedenti), e comunque con un costo unitario non inferiore a 2.000 euro al netto dell’imposta sul valore aggiunto;

c) spese relative a contratti di ricerca stipulati con università, enti di ricerca e organismi equiparati, e con altre imprese, comprese le start-up innovative

d) competenze tecniche e privative industriali relative a un’invenzione industriale o biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale, anche acquisite da fonti esterne.

 

INTENSITÀ DELL’AIUTO

Il finanziamento concesso viene erogato sotto forma di credito d’imposta, fino a € 5.000.000,00 per esercizio.

Il totale della spesa complessiva per investimenti in attività di ricerca e sviluppo non potrà essere inferiore a € 30.000,00 ed eccedente la media dei medesimi investimenti realizzati nei tre periodi d’imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015.

 

Per approfondimenti, leggere la circolare dell'agenzia delle entrate

indietro

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Struttura formativa accreditata presso la Regione Marche con decreto n.-35/FOP del 8/2/2013
certificato

ISO 9001 n. IT99/0101

certificato Certificato n. 18025/08/S

Titolo

REGISTRATI AL PORTALE
E-LEARNING
Per effettuare la registrazione

CLICCA QUI

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.032 secondi - Powered by Simplit CMS